Connecting the Dots – Il Blog di Sara Borghi

Posts Tagged ‘music

…creatività e musica…

with one comment

questa sera vorrei scrivere un post un pò più personale (e forse dai, anche con più personalità =) ) del solito, dedicato ad una delle mie passioni più grandi : la musica. 

La musica nella mia vita è molto più di un accompagnamento, molto più di un hobby, molto più di uno strumento che mi permette di associare periodi, stati d’animo, ricordi a delle note…

la musica rappresenta il mio ambiente creativo. 

trovandomi in questo momento della vita a dover trascorrere la maggior parte della giornata incollata davanti ad uno schermo e seduta su una sedia (peraltro anche un pò scomoda) a scrivere la mia tesi e paper vari, mi risulta difficile a  volte incanalare tutta la mia essenza, idee ed interpretazioni e le (seppur rare) visioni per il futuro in mancanza di stimoli efficaci. 

Non parlo di trovare il proprio angolo nella stanza più ventilata della casa, e neppure di ritrovarsi il cibo preferito take-away diretto dal frigorifero…

parlo della capacità di creare un continuum ed un equilibrio per ottenere il massimo risultato, e soprattutto, ottenerlo senza svenarsi =) .

La musica svolge per me un ruolo fondamentale ed insostituibile in tutto questo. E a seconda di cosa devo fare e della concentrazione o creatività richiesta quella che ho chiamato la mia “survival-playlist” varia leggermente, pur mantenendo una caratteristica di fondo : è on repeat =)

Vi faccio qualche nome (e spero valga da suggerimento anche per voi =) ) . Innazitutto, per separare il “serious writing” da tutto il resto ( nb: il blog aimè lo devo catalogare come “tutto il resto”) , differenzio fra suoni più o meno organici.

Per la tesi la mia iTunes-playlist vede come protagonisti : Explosions in the Sky, Blue Man Group, Dave Matthews Band, Son Kite la colonna sonora di Blade Runner e John Williams…

al blog in genere riservo un pò di Jazz … e MIles Davis in cima a tutti =)

quando invece sono in fase emotivo-malinconica oppure smaronata al punto da mettermi a correre e urlare per casa (nb: tranquilli, non lo faccio…mai… =) ) ultimamente mi salvano Ani diFranco , gli Electric President, Missy Higgins , Ben Folds e i Barenaked Ladies … 

e voi? qual’è il vostro ambiente creativo ideale? la musica trova spazio in esso?

Buonanotte,

Annunci

Written by saraboargs

agosto 28, 2008 at 9:04 pm

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with , ,

most sung-about body parts…

leave a comment »

…che le parti del corpo rappresentino una costante all’interno delle canzoni di qualsiasi genere da secoli non è una novità…

la novità è che per la prima volta, 2 “Visual artists” hanno reso noti i risultati della propria ricerca, finalizzata proprio a capire quali sono gli attributi del corpo umano maggiormente “citati” all’interno delle canzoni.

Lo studio ha riguardato un campione di 10.000 canzoni, ed i risultati sono stati poi divisi in base al genere musicale ( 11 categorie: alternative, blues, country, electronica, folk, gospel, metal, hip-hop, jazz, rnb, rock …nb: devo dire che ormai i generi sono talmente sovrapposti che questa classificazione andrebbe verificata, ma data l’ampiezza limitata del campione riteniamola attendibile =) ).

Vi mostro la rappresentazione grafica degli esiti (che potete visualizzare in maggiore risoluzione qui):

Fra tutte le categorie, gli occhi hano vinto l’oro come parte del corpo maggiormente “citata” , fatta eccezione per l’hiphop, che, non a caso, pone grande enfasi sul fondoschiena umano (nb: sono convinta che sommando tutte le volte che la parola “ASS” è presente nei testi di Snoop Dog & Sean Paul si ottenga il 90% del totale =) ) .

Invece il blues ed il gospel evidenziano notevolmente l’importanza delle mani, seppur in contesti differenti (ossia “tenere lontano quelle manacce” e rendere grazie/lodare Dio rispettivamente) .

L’hiphop inoltre si distingue per il fatto di citare il maggior numero di parti del corpo all’interno dei propri testi, mentre il gospel si posiziona a fine classifica in questo aspetto (minor numero di body-parts citate…da notare l’influenza della spiritualità).

Il lavoro di Fernanda Viégas e Martin Wattenberg  è stato esposto al MoMa di New York, al London Institute of Contemporary Arts ed al Whitney Museum of American Art.

è anche possibile ordinare una stampa della grafica della ricerca qui … e devo complimentarmi per la geniale idea di marketing : un semplice lavoro di grafica che ha trasformato una ricerca piena zeppa di statistiche in un oggetto di design da appendere al muro…!

Baci =)

Written by saraboargs

agosto 26, 2008 at 3:35 pm

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with ,

Marketing Virale…

leave a comment »

Uno dei migliori esempi di marketing di stampo web 2.0 degli ultimi mesi arriva da uno delle mie band preferite: si tratta degli Weezer, i quali per realizzare il video del loro nuovo singolo “Pork and Beans” hanno letteralmente sfruttato la popolarità di alcune superstar di YouTube !

Questo è l’esilarante video che ne è uscito:

Come potete vedere il video ha come protagonisti questi personaggi assurdi, diventati star del canale di video sharing e ormai noti a gran parte del pubblico familiare con questo media. Trovo che l’approccio utilizzato dai Weezer sia davvero rivoluzionario. Io ho riconosciuto almeno la metà delle “fonti” fra cui la Teenager Miss South Carolina e lo stupidissimo Ninja Guy

Non c’è che dire, è stato semplice : è bastato prendere qualcosa che era già conosciuto (in questo caso, una manciata di “user generated” video diventati virali…) e combinare insieme le parti migliori.

Il video è stato postato il 23 maggio 2008 ed è già stato visto da quasi 10 milioni di utenti, in più, se vale per tutti quello che è successo a me, la canzone vi si ficca in testa e difficilmente ne esce…=)

Questo per dire che i Weezer hanno dimostrato di avere capito davvero come comportarsi per raggiungere la “community” degli utenti web 2.0: capire il target che si vuole raggiungere, scoprire cosa è interessante per loro, e soprattutto, essere CREATIVI !

Grandi Weezer =)

Written by saraboargs

luglio 15, 2008 at 3:16 pm

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with ,

che bel film…

with 2 comments

Buongiorno!

il primo post della giornata vorrei dedicarlo al meraviglioso film che ho visto ieri sera in seconda serata al cinema Victoria (non ha ancora un sito ufficiale, ma lo inserirò appena possibile…si tratta del nuovissimo multisala di Modena, è fantastico…ha il potere di catapultare chiunque negli States =) ).

Bè, il film in questione è ONCE e  definirlo “una storia d’amore ambientata a Dublino” sarebbe molto limitante.

Spielberg stesso recentemente ha affermato durante una intervista al quotidiano USA Today che “A little movie called Once gave me enough inspiration to last the rest of the year” …e se lo dice Steven…

La trama è semplicissima: 2 giovani (proprio così, 2 ragazzi qualsiasi, un Guy e una Girl) si incontrano per caso fra le strade della Capitale Irlandese, e da lì inizia un dialogo di conoscenza reciproca nel quale ogni parola è messa in musica…lui con la sua chitarra bucata e la sua voce intensa e lei….con la sua dolcezza quasi ingenua…e la sua passione per il pianoforte (e costretta a suonarlo in un negozio di strumenti perchè non in grado di acquistarne uno) e la sua terra di origine, dalla quale,pur volendolo, non riesce a staccarsi…

2 vite raccontate tramite note…note che prendono corpo durante questa orae30minuti di grande romanticismo, ma non impacchettato, mielenso e scontato…bensì spontaneo e puro! musiche che per i protagonisti rimaranno sigillate nel tempo, e anche oltre il tempo (capirete perchè, non posso dirvi tutto sennò che recensione sarebbe 😉 )

La colonna sonora del film (che ho appena scaricato =) ) , composta interamente da Glen Hansard (frontman dei Frames), è stata rilasciata l’anno scorso, circa in questo periodo. Contiene anche una cover di Van Morrison.

Prima del rilascio dell’album, alcune canzoni del film erano già incluse in The Cost dei Frames ed in The Swell Season (prodotto dagli attori stessi, Glen Hansard e Marketa Irglovà) nel 2006. Inoltre, una versione precedente dell’ultima traccia Say It To Me Now era già apparsa nell’album Fitzcarraldo (2005) degli stessi Frames. “Collàge” vincente insomma=)

Buona Giornata,

Written by saraboargs

giugno 24, 2008 at 7:08 am

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with , ,

Buonanotte…

leave a comment »

questa sera vi lascio in compagnia di un genio contemporaneo

guardatevi (e sopratutto ascoltate…) questo video:

http://www.youtube.com/watch?v=8zX8MKP87P0

notte!

Written by saraboargs

giugno 20, 2008 at 9:15 pm

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with