Connecting the Dots – Il Blog di Sara Borghi

…Avete visto UP?

with 3 comments

In genere non oso recensire film… un pò perchè raramente ne vedo di quelli che ti colpiscono per davvero, un pò perchè non ho nessun tipo di competenza a livello di critica cinematografica, ma giudico spesso su di una base puramente emotiva o poco più…

Però, nel di UP, ovvero l’ultimo film della Pixar, qualcosa mi sento di dirla, perchè è veramente un film, umanamente e credo di poter dire anche tecnicamente parlando, eccezionale.

Up-Pixar

Per chi di voi proprio nn se sa nulla, UP narra la storia di un vecchietto di 78 anni di nome Carl Fredrickson, che di mestiere fa il venditore di palloncini, partendo dalla sua infanzia, quando conosce l’amore della sua vita, Ellie, una scatenata boy-scout in cerca di continue avventure.

La prima parte del film, ripercorre la vita dei due, dalla felicità della conoscenza al costruire casa assieme, dal dolore derivante dall’aborto spontaneo di Ellie, fino alla malattia di lei che porterà Carl a chiudersi in se stesso dentro la loro casa, senza alcun tipo di contatto con il Mondo esterno (tant’è che la loro casetta è l’ultima rimasta nel bel mezzo di cantiere in work in progress costante!).

Nel momento in cui viene minacciato dai costruttori che vogliono radere al suo la sua casetta per fare spazio a palazzi ed edifici più moderni ed efficienti, Carl decide che è arrivato il momento di realizzare il sogno che da sempre aveva coltivato con Ellie, ovvero compiere un viaggio in Sud America, alle Paradise Falls. Ma c’è di più… decide di portarsi dietro la casa!

Quindi, attacca migliaia di palloncini al tetto, per sollevarla e volare verso le Cascate Paradiso. Tuttavia, in questo viaggio Carl scopre di non essere solo: quando è già parecchio sopra le nuvole infatti, si ritrova “in veranda” Russell, un bambino grassottello che fa parte dei boy-scout, il quale, per poter prendere la “specialità” di assistente agli anziani,  non si lascia scappare l’opportunità di seguire il vecchietto in questa avventura, rendendo Carl decisamente scocciato…

Man mano che i due si spingono sempre più a sud, incontrano tutta una serie di personaggi che rendono intenso, complicato ed estremamente divertente il loro viaggio.

Sebbene la storia d’amora fra Carl ed Ellie dia l’impeto iniziale, il cuore del film si ha nello sviluppo della amicizia fra il vecchietto e Russell: Carl inizialmente parla sempre di lei e sembra non volere (e non riuscire) trovare la forza di andare avanti e di continuare a vivere senza la presenza di Ellie al proprio fianco.

Durante il viaggio, Carl ha inizialmente un atteggiamento di chiusura e quindi prende decisioni che urtano Russell e gli altri personaggi, perchè è ancora intrappolato dalla mancanza per Ellie, che l’ha reso cinico e chiuso all’incontro con gli altri. Fintanto che non trova un messaggio della stessa Ellie che lo incita ad lasciarsi andare ed affrontare in una nuova avventura: ed è in quel momento che Carl cambia ed inizia a coltivare un rapporto di amicizia sempre più profondo con Russell, ponendosi nei suoi confronti come un nonno attento e giocoso…anzi quasi come un papà.

Questa decisione di “amare” contribuisce a dare nuovamente significato alla sua vita, quando tutto gli sembrava ormai perduto.  Ed il viaggio assume un significato autentico e profondo.

…da un punto di vista tecnico, posso solo dire che raramente ho visto dei personaggi disegnati così bene…poi i dialoghi sono esilaranti e molto intelligenti. E a me personalmente ha strappato anche più di una lacrima, perchè mi sono ritrovata moltissimo in tantissimi aspetti del percorso emotivo sia di Carl come di Russell.

UP è un film divertente senza mai essere superficiale, anzi per me è incredibile come la Pixar riesca sempre a realizzare storie tanto complesse…che tuttavia continuano ad essere etichettate da molti come favolette per bambini.

Correte al cinema, siete ancora in tempissimo🙂

Baci e buon weekend!

Written by saraboargs

ottobre 31, 2009 a 5:50 pm

Pubblicato su private life, varie

Tagged with , , , , , ,

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. sono d’accordo sà, film molto carino e in più tratti moooolto toccante..
    non sono un’amante delle storie poco verosimili, ma questa nuova produzione Pixar mi ha commosso!
    …scoiattolo!;D

    Fra

    novembre 5, 2009 at 10:52 pm

  2. @Camminando Scalzi Ciao! Grazie mille per il commento e per avermi segnalato il tuo blog🙂

    @fra che onore averti qui!! voglio progettare il cane che parla… mi aiuti?😉

    saraboargs

    novembre 6, 2009 at 8:54 am


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: