Connecting the Dots – Il Blog di Sara Borghi

on reading…and reading well

with one comment

Oggi mi sono ufficialmente detta : ”Sara, tu devi imparare a leggere! ”  

(Tranquilli…ho fatto le elementari…e questo dovrebbe bastare in teoria), giusto?


nel mio caso specifico, sbagliato !

…il punto di partenza è la mia profonda convinzione che la lettura può renderci scrittori (e persone innanzitutto) migliori , se si ha veramente voglia e tempo di abbandonarsi alla scrivere (non è sempre così…).

 

Vorrei riflettere più su CHE COSA scriviamo, che su COME scriviamo.

Da pseudo blogger mi rendo conto davvero di come la concorrenza nel mondo dei contenuti on-line sia spietata. La regola d’oro per vincere consiste nel cercare e trovare le informazioni che altri non hanno, che spesso equivale a sottoscriversi ad un numero sproporzionato di feed RSS…

Ora, mentre  da un lato credo che la ricerca di nuove informazioni da una grande varietà di fonti sia una attività positiva, non ne consegue necessariamente un vantaggio… rientriamo un po’ tutti nella categoria che gli Antichi Greci chiamavano “Sofisti” …molto informati nonché bravissimi argomentatori… ma a che scopo? Qual è il nostro valore aggiunto?

Il problema nasce proprio dalla metodologia alla base del processo di lettura.

Io personalmente non leggo  “bene”, soprattutto on-line. Potrei definire il mio approccio come una mega endovena di contenuti, invece che un vero e proprio processo digestivo di questi…

 

Pensiamo agli stessi blog : quante volte mi è  capitato di leggere,in risposta a specifici post, commenti che lasciavano intendere chiaramente che il visitatore non aveva per niente carpito il messaggio centrale dell’articolo !

Certo, accade a tutti di tanto in tanto, ma è abbastanza difficile crearsi una credibilità se non si è capaci di cogliere appieno l’argomento che si è scelto di affrontare (in un articolo o un commento).

Inoltre, passare in rassegna centinaia di feed RSS e leggerli soltanto a fini informativi crea secondo me una posizione di svantaggio. Qualcuno nello stesso settore è probabile che abbia letto decine di libri (e averli letti profondamente) da aver già raggiunto lo status di autorità in materia !

Per molto tempo ho giudicato l’apprendimento proprio come un raccolta di informazioni seguita dal tentativo di trattenerle in mente il più a lungo possibile (task difficile data la mia memoria pessima…) .

 

Ora sto capendo che essere semplicemente in grado di rigurgitare informazioni è indice di basso livello di apprendimento rispetto alla comprensione (e dicendo questo mi riferisco soprattutto all’informazione prodotta e quindi letta in lingua non italiana).

Molto bloggers sono fantastici nell’operazione rigurgito (e, sia chiaro, coinvolgo pienamente anche me stessa in questo giudizio). Spesso manca la abilità di capire e comunicare davvero ciò che si tratta, limitandosi ad “inoltrare” i nostri obblighi di lettura verso altri, e questo non è dare alle persone quello che davvero cercano in una pubblicazione.

Per questo è necessario mettere in pratica un’esplorazione autentica, dal momento che è possibile interpretare e coinvolgere l’altro relativamente ad un argomento solo partendo da una profonda e personale esplorazione di esso.

 

Nel 1940, Mortimer J. Adler, filosofo aristotelico Americano, scrisse un libro intitolato “Come leggere un libro” , nel quale individuava quattro livelli di lettura:

     * Elementary à è il livello raggiunto (si spera) negli anni delle scuole elementari


     * Inspectional
à si tratta di uno scanning superficiale, che dovrebbe dare l’input per il passo successivo… non è ponderato,  non ci si sofferma su punti particolari e nel caso non si capisca qualcosa, non ce ne si preoccupa più di tanto.
     * Analytical
à a questo livello, ci si è mossi oltre il semplice atto di “assorbimento” e si inizia ad assumere un vero e proprio approccio critico per capire il significato e le motivazioni che stanno dietro il testo (qual è l’argomento? Qual è il problema posto dall’autore? Che termini usa per definirlo? Quali sono le sue posizioni? etc…). La cosa si complica ovviamente quando aumentano le risorse in analisi =)


     * Syntopical
à …si dice che dopo avere letto almeno 5 libri su un argomento è possibile ritenersi “esperti”… ok, ma il punto è sempre: letti COME ? è questo che fa la differenza. Se questi libri vengono letti soltanto in modo analitico (“soltanto” per modo di dire…se escludiamo Topolino) sicuramente si è esperti relativamente a ciò che GLI AUTORI pensano e dicono su un certo argomento. Ma l’ultimo gradino riguarda i propri problemi/argomenti che si cerca di risolvere: in questa ottica, le risorse e gli autori dai quali si attinge, dovrebbero essere solo strumenti che portino alla formazione di un’opinione che sia totalmente nuova (e, magari, anche innovativa…).

 

Le fonti dovrebbero venire mescolate con la propria esperienza personale e conoscenze in altri ambiti per la creazione di nuovi punti di vista ed informazione !

 

Porre domande, cercare risposte, comprendere le varie risposte, ed infine di decidere per se stessi. Cercando di afferrare la totalità e la complessità, ed essere capaci di scrivere in modo essenziale, semplice e perché no, anche divertente.

 

Credo sia questo l’unico modo per offrire davvero valore a chi usa il proprio tempo per leggere i nostri blog !

 

Io sono ancora molto indietro ! ma sicuramente ho quantomeno individuato il percorso…

Buon (reading) weekend =)

Written by saraboargs

agosto 30, 2008 a 10:14 am

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with , ,

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Post profondo ed importante…🙂 Continua cosi…

    Edoardo Piccolotto

    agosto 30, 2008 at 3:03 pm


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: