Connecting the Dots – Il Blog di Sara Borghi

Highlands Tour…

leave a comment »

Buon pomeriggio Lettori !!!

…Reduce da 2 giorni lavorativi intensissimi e altrettanti di tour in macchina in giro per le Highlands, eccomi finalmente a raccontarvi (in parte) questa avventura !

Tutto è iniziato, come sapete, giovedì, quando Colin e Sarah (i miei boss del Sutor) mi hanno caricata in macchina nel furore delle 7.30 alla volta di Skye ! Mille aspettative e tanti sbadigli ! =)

Durante il tragitto ci siamo fermati per fare colazione nei pressi del Castello di Elean Donan, situato a pochi kilometri dal ponte che collega la terraferma con l’isola, nonchè splendida location dal quale ammirare un panorama mozzafiato sul mare (non a caso è stato scelto nel 1999 per il film di James Bond “The World Is Not Enough“). Moltissimi visitatori e motociclisti, fra i quali ho notato anche un paio di targhe italiane…ma non ho indagato ulteriormente!

Dopo esserci rifocillati (non che io ne avessi bisogno, data precedente colazione e sonnecchiamenti vari in macchina…ma ad uno scone non dico mai di no=) ) siamo ripartititi in direzione Portree, il principale centro abitato di Skye!

Dunque: l’approdo su Skye è stato qualcosa di sconvolgente, non avevo mai visto tanta vegetazione (e tanto verde)  tutta insieme nella mia vita! Le poche, strade (rigorosamente ad una corsia per entrambi i sensi di marcia…) sono pressochè l’unica infrastruttura che permette di orientarsi in mezzo all’esplosione della natura! Una natura che a tratti assume la forma di montagne paragonabili alle nostre Prealpi, e a distanza di pochi kilometri si trasforma campi coltivati affacciati sul mare increspato! …Posso dirvi che per i primi 20 minuti non mi è stato del tutto chiaro se optare per l’acquisto di una picozza oppure di un retino da pesca…=)

…La distanza fra una casa e l’altra è tale per cui se una di esse fosse per caso luogo di un delitto atroce, probabilmente  i primi ed unici testimoni del fatto sarebbero i greggi di pecore che le separano (nb: credo che le pecore siano contate nelle statistiche relative alla poplazione locale…).

Per fortuna, fra un casolare circondato da mucche e simpatiche caprette, spuntano ogni tanto cartelli indicanti luoghi di ristoro, che contrariamente alle aspettative (…cioè, alle MIE aspettative =) ) sono praticamente tutti dei Country Club (nb: gli Scozzesi hanno capito tutto…=) ) ! ed è proprio in una di queste Mansion, che abbiamo deciso di fermarci per pranzo, precisamente al Flodigarry Hotel !  Ho deciso di utilizzare la descrizione presente sul sito web per darvi l’idea del posto che è, credo infatti che sia veritiera al 100 % :

“The Award winning Flodigarry Hotel is an old country house with history, romance and real Highland hospitality in a stunning Jurassic setting”

Date un occhio al sito per farvi un’idea. L’unica cosa non molto “hospital e jurassic” sono i prezzi del BAR (quelli del ristorante non li abbiamo neppure guardati…) :la bellezza di 13 Pound per un hamburger con patate fritte! e parlo del piatto più economico… e avevo anche pensato di uscire con un “Dai, il pranzo lo offro io!”.

Rifocillati, anzi, distrutti dopo circa 5 kili a testa di patate, ci siamo rimessi in macchina verso la costa Ovest dell’Isola, per visitare il secondo castello in programma: il Dunvegan Castle: verso il quale ho maturato le seguenti ipotesi:

1) o ci faccio la festa di laurea (molto poco probabile)  2) o mi ci sposo (poco probabile) 3) o ci finisco a lavorare come addetta alla lucidatura del rame (…probabile?)

Peccato che la visita sia stata forzatamente breve (30 minuti) per garantire l’allestimento delle sale e la preparazione di un ricevimento privato che si sarebbe svolto 2 giorni dopo! Ci siamo consolati ammirando le numerose foche intente ad abbronzarsi sulle rocce della baia di Dunvegan =)

Infine, lungo la via del ritorno, ci siamo fermati nella carinissima Plockton (nb: faccio notare come tutte queste destinazioni abbiano il proprio website, e decisamente ben realizzato) , villaggio di pescatori protetto dallo Scotland National Trust e meta preferita da fotografi e artisti di fama internazionale data la magica con-presenza di montagne, mare e …tenetevi forte…PALME ! …ora capite il motivo pr il quale il tour mi abbia leggermente disturbata…=) . gustando un cartoccio di Fish&Chips (Haddock&Chips per essere esatti) e Birra locale seduti sulla sabbia, la giornata non potevadavvero concludersi meglio…

Ringrazio Colin e Sarah per aver incredibilmente concentrato in meno di 15 ore un programma di viaggio che richiederebbe almeno 4 giorni ! Davvero mitici … difficilmente dimenticherò le meraviglie che ho visto, ascoltato, sperimentato e assaggiato =)

ed il giorno successivo non è stato da meno…ma a questo dedico il prossimo post!

Baci

Written by saraboargs

luglio 27, 2008 a 1:38 pm

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: